Antonio Barrese

Nasce a Milano nel 1945.
Termina gli studi all’Accademia di Belle Arti.
Nel 1964 fonda il MID e ne fa parte fino al 1972, dedicandosi all’arte programmata e all’estetica sperimentale.
Nel 1972 inizia l’attività di designer fondando lo studio PRO – Programma & Progetto.
Nel 1979 apre Barrese – Immagine coordinata.
Nel triennio 1979/1981 è membro del comitato direttivo dell’ADI (Associazione per il Disegno Industriale).
Nel corso degli anni Ottanta e Novanta, e sporadicamente fino al 2006, si dedica alla Narrativa Visuale. È una ricerca che fonde immagine e scrittura, che prende le mosse dal Futurismo, dalla Poesia visuale e concreta, e specialmente dalla collaborazione all’edizione del libro Essaying Essay. Alternative forms of exposition di Richard Kostelanetz e Luigi Ballerini, edito da Out of London Press, New York, 1975.
Nel 1995 costituisce, con Laura Buddensieg, lo studio Barrese & Buddensieg – Strategic and Communication Design. Da una sua idea nasce anche Opera Aperta .

RICONOSCIMENTI PROFESSIONALI
2006
– Partecipa alla mostra itinerante organizzata dalla Provincia di Milano Milano – Made in Italy, New York, Toronto ecc.
2005
– Targa d’argento e targa d’oro della comunicazione pubblicitaria (sezione Corporate image).
– Premi Sappi europeo e mondiale per TrashZappingPixel, il più bel libro dell’anno.
1998
– Menzioni d’onore al Compasso d’Oro ADI per i progetti delle lampade Mirabilia e Badessa.
1986
– Segnalazione d’onore alla BIO 9, Biennale internazionale del disegno industriale, Lubiana.
– Vincitore del Compasso d’Oro per il progetto di immagine coordinata dell’Università Bocconi.
1985
– Selezionato al Compasso d’Oro per il progetto di immagine coordinata Leasindustria.
1983
– Progetto scientifico del Congresso ICSID (International Council of Associations of Industrial Design).
– Partecipazione alla mostra Dal cucchiaio alla città nell’itinerario di 100 designers, Triennale di Milano.
– Partecipazione alla mostra Visual design, Milano.
– Selezionato al Compasso d’Oro per la Ricerca sulla definizione di design.
1981
– Vincitore del Compasso d’Oro per il progetto di immagine coordinata Novia.
– Vincitore del Compasso d’Oro per il progetto del pullman Spazio della Carrozzeria Orlandi.
1979
– Partecipazione alla mostra Design e design, Milano.
1978
– Partecipazione alla mostra Design e alfabeto, Tokyo.
1970/2006
– Partecipazione a numerose mostre di design e grafica.
1970/1973
– Sceneggiature e regie per programmi sperimentali della RAI (Radiotelevisione Italiana) e regista di interviste e filmati per il programma Tuttilibri.
1970
– Fondatore del cineclub Momenti del cinema di ricerca – Rassegna del cinema underground.
1968
– Vincitore del concorso internazionale per il progetto del padiglione italiano alla XIV Triennale di Milano.
– Segnalazione d’onore alla BIO 3, Biennale internazionale di design, Lubiana per le ricerche di fotografia sperimentale.
1967
– Segnalazione d’onore alla Biennale Internazionale della grafica, Varsavia.

ATTIVITÀ SCIENTIFICA E CULTURALE
Docenze
– Dal 2005 è docente ai Master di Design dell’Istituto Marangoni di Milano.
– Dal 1999 è docente di Design della comunicazione alla Facoltà di Design del Politecnico di Milano.
– Libero docente in numerose scuole private di design tra cui Politecnico del Design e Istituto Europeo di Design.
Testi scientifici
Autore di saggi e articoli, tra cui:
Vivere il progetto. Dalla ricerca al design strategico e di comunicazione, con Laura Buddensieg, Lybra, Milano 2005.
Un progetto di immagine coordinata, Grafica, Salerno, 1991.
L’immagine aziendale, Cirsa, Rimini 1986.
Potere ai designers?, Ediesse, Milano 1983.
Il progetto di franchising, in G. Ravazzi, L’affiliazione commerciale, Franco Angeli, Milano 1983.
Testi letterari
TrashZappingPixel, romanzo visuale, Viappiani, Milano 2005.
La convocazion, romanzo visuale, Lupetti editore, Milano 1998.

Galleria virtuale
Gianni_Berengo_Gardin_Visorehopper_morninghopperhopper-chop-sueyEdwardHopperedward_hopper_summer_interiorBerengo GardinBerengo Gardinedward_hopper